Le piccole speranze

di Annalisa Trabacchi

Le piccole e grandi speranze di una donna
che a cinquant’anni trova la forza di ricominciare.


(21 recensioni dei clienti)

CARTACEO: 14.90 €

E-BOOK: 6.99 €

0%

146 giorni mancanti

75.50%
0
200
Pubblicazione: comprende editing e correzione bozze, elaborazione copertina, impaginazione, attività di ufficio stampa e pubblicità sui social network, promozione e distribuzione del libro sul territorio nazionale
0%
200
300
BookRoad investe in distribuzione in punti vendita in aeroporti
0%
300
800
BookRoad investe in distribuzione in supermercati e ipermercati sul territorio nazionale
0%
800
1400
BookRoad investe in esposizione privilegiata in catena libraria
Categoria:

Descrizione

La routine quotidiana è una zavorra per Teresa che, dopo anni d’insegnamento, un matrimonio fiacco e due figli, accusa una fase di stanchezza. La tappa dei cinquant’anni implica un inevitabile cambiamento fisico e psicologico che non è pronta ad affrontare, mentre sempre più lucidamente desidera qualcosa di diverso.
Il ritorno di Caterina, l’amica della giovinezza, stravolge la sua vita serena ma insoddisfatta. Dopo vent’anni all’estero, Caterina è ritornata nella sua città con il figlio Ben, convalescente dopo un infortunio sportivo.
La vicinanza dell’amica non è l’unico cambiamento della sua vita, Teresa sente che è arrivato il momento di rivolgersi a un nutrizionista per gestire il peso in eccesso. Non solo. Finalmente comprende che l’amore per il marito si è ormai trasformato in un sentimento sincero, ma non più passionale. La rivoluzione di una donna alla ricerca di qualcosa che la renda di nuovo felice.
Un romanzo introspettivo, dai tratti ironici, sulla vita che cambia, sul coraggio che serve per affrontare nuove scelte. Perché non importa l’età, il peso o i traguardi raggiunti, c’è sempre un momento in cui bisogna essere in grado di abbracciare un nuovo presente e ricominciare.

Con la prenotazione di una copia cartacea di questo libro hai diritto anche a un libro omaggio. Puoi vedere le descrizioni dei libri a disposizione qui.


Annalisa Trabacchi


Annalisa Trabacchi insegna greco e latino al liceo classico di Piacenza da ormai vent’anni, dopo un’esperienza come giornalista che le ha permesso di acquisire il tesserino da pubblicista. Per non dimenticare questa prima passione, coordina la redazione del giornale del liceo, cercando di insegnare ai suoi studenti come leggere la realtà con i propri occhi. Le piccole speranze è il suo esordio per BookRoad.

RECENSIONI

21 recensioni per Le piccole speranze

  1. Lucia

    Scrittura davvero piacevole e coinvolgente, non vedo l’ora di poterlo leggere tutto d’un fiato! Aspetto la pubblicazione con trepidazione.

  2. Carlotta

    Scrittura coinvolgente e piacevole. Non sono un’avida lettrice solitamente, ma in questo caso ho letto l’anteprima tutto d’un fiato!
    Non vedo l’ora che venga pubblicato per leggere il seguito.

  3. Marina Chiucchiuini

    Premesse per una lettura vorace ci sono tutte! A presto!!!

  4. Giacomo

    La scrittura è accattivante e ti invita a continuare a leggere.
    Evita inutili perifrasi che renderebbero il tutto lungo e pesante e infatti il risultato alla lettura è più che piacevole.
    La profondità sentimentale della protagonista e i suoi dissidi interiori sembrano così veri che immedesimarsi è quasi inevitabile.

    Non vedo l’ora di poterlo leggere tutto.

  5. Cristina e Chiara (proprietario verificato)

    Lettura deliziosa. Si può solo essere grati ad una persona che sa raccontare e le cui parole sottendono la gioia del racconto.
    Brava, Annalisa!

  6. Maria Delpanno

    Mi sono potuta immedesimare completamente nella protagonista, Teresa. Lo considero un successo enorme, l’autrice è riuscita a trasmettere il disagio, l’auto ironia e la quotidianità di una donna non convenzionale, ma profondamente vicina a tutte noi cinquantenni! Non ho esitato ad ordinare una copia per me e per tutte le mie amiche!

  7. Massimo

    Sono un uomo di cinquant’anni. Seppur la protagonista non sia del mio stesso genere, ho apprezzato la scrittura scorrevole e le vicende raccontate. Ho preordinato la mia copia, intanto che aspetto la pubblicazione!

  8. Salvo C. (proprietario verificato)

    Con ironia (e si sa, l’ironia è sinonimo di intelligenza), con profondità sentimentale, con uno stile scorrevole e coinvolgente, in queste pagine leggiamo di una donna che sente il bisogno di cogliere una maggiore consapevolezza di sé. Sembra un percorso dunque, in cui sono i piccoli eventi che smuovono la percezione di sé, come il profumo di bagnoschiuma del marito, una scarpa con i tacchi da provare, una caduta. Momenti che portano Teresa, quasi proustianamente, a domandarsi del suo senso esistenziale, a vedersi come una donna a un bivio: o continuare a vivere nella routine, oppure una donna condannata a cercare una libertà e una dimensione che la appaghino… Aspetto impazientemente il resto per scoprirlo!
    Un romanzo sulla paura del cambiamento insomma, ma anche sul coraggio e la voglia di cambiare la propria vita.

  9. Noemi (proprietario verificato)

    È l’autenticità il segreto di questa scrittura; la fedeltà alla propria identità e alla normalità della vita che, comunque, svela e concede sorprese. Tuttavia non c’è diarismo, urgenza di sfogo personale, autocontemplazione. C’è capacità di vivere e capire. Si imparano un mucchio di cose.
    Non c’è bisogno di commento per la felicità del linguaggio.

  10. Pseudonym

    bellissimo. niente da aggiungere. aspetto la pubblicazione con ansia

  11. Alessandra (proprietario verificato)

    Saper raccontare è un dono che invidio a chi lo possiede e sono grata a chi sa, come Annalisa Trabacchi, creare mondi e visioni e offrire un punto di vista e una chiave di lettura del mondo, con un tocco leggero ed “affettivo”. Bello davvero!

  12. Margherita (proprietario verificato)

    Non vedo l’ora di leggere il seguito. L’anteprima è finita troppo presto.

  13. Michela

    Ci vuole coraggio ad esporsi e dire la verità.
    Grazie Annalisa per avercelo ricordato!

  14. Dindina79

    Ho qualche anno in meno della protagonista, svolgo la stessa professione e leggendo l’anteprima del libro ho avvertito quella sensazione che si prova quando sembra che si parli proprio di noi. Amo le storie di vita vera, quelle in cui ci si può immedesimare, che scuotono l’anima come una seduta di psicanalisi. E questa storia ha tutte le premesse che cerco in un buon libro.

  15. Orsi Raffaele

    Coinvolgente e saggia. Brava

  16. LE (proprietario verificato)

    Già dalle prime pagine, LE PICCOLE SPERANZE mettono subito in moto il meccanismo della complicità e del riconoscimento. Con la voce di una donna costretta a camminare in equilibrio precario lungo il confine tra il dare e l’avere, dicono della sofferenza, ma anche del desiderio di trovare qualche via d’uscita contro l’abitudine ai compromessi nei quali spesso ci troviamo invischiate. Invitano a guardare le nostre debolezze e le nostre fragilità con più indulgenza, con più tenerezza. E lo fanno in un modo affettuoso, con empatia, lucidità, capacità di analizzare la complessità emotiva della vita vera. Con l’ironia e l’autoironia che sono sempre state l’arma delle donne intelligenti. Resta la voglia di sapere come va a finire…

  17. Rox (proprietario verificato)

    “Come se potessi cambiare tutto senza perdere niente” è bastata questa frase a farmi desiderare di leggere presto il resto. 🤩

  18. Margherita

    molto intimo, spero di leggere il resto a breve.

  19. annina (proprietario verificato)

    Le parole incorniciano i pensieri e i pensieri si tingono di un’autenticità sempre vivida: una tavolozza di colori sapientemente utilizzati, un’artista la cui maestria pennella situazioni che urlano con il loro silenzio, che stridono con la loro serenità.
    Ed ecco che le parole insistono urgenti sui profili di un dipinto che si preannuncia un capolavoro lirico, un accorato inno alla vita.

  20. Stefania (proprietario verificato)

    Annalisa Trabacchi danza con la scrittura. Un piacevolissimo fraseggio che non vedo l’ora di riprendere. Complimenti e spero di trovarti presto anche in libreria.

  21. Brian

    Una storia bella ed elegantemente scritta che cattura i pensieri e i sentimenti di una persona alla ricerca del proprio scopo e significato in questa fase della propria vita, quando la maggior parte del significato della propria vita è stata data agli altri. La storia affascina il lettore mentre siamo assorbiti nel suo mondo, possiamo sentire la sua lotta dentro di sé. La storia ci porta nel suo mondo dove vogliamo continuare il viaggio che è appena iniziato. Non vedo l’ora di intraprendere il viaggio con lei.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *