L’altra metà della vita

di Andrea Mattioli

La storia di due esistenze messe al muro dalla vita.


(8 recensioni dei clienti)

CARTACEO: 16.90 €

0%

100%
0
150
Pubblicazione: comprende editing e correzione bozze, elaborazione copertina, impaginazione, attività di ufficio stampa e comunicazione sui social network, promozione e distribuzione del libro sul territorio nazionale.
100%
150
350
Ufficio stampa dedicato all'autore e al romanzo.
2.00%
350
550
BookRoad investe in esposizione privilegiata in catena libraria.
Categoria:

Descrizione

Luca e Simone sono nati nella città di T., in provincia di Parma. Le loro vite scorrono tranquille, divise tra la scuola e le corse forsennate in bicicletta tra le stradine del paese. Poi qualcosa si spezza. A soli otto anni, Luca subisce un abuso sessuale da parte di un ragazzo più grande. Non ne parla con nessuno, ma l’evento segna il corso della sua vita. Si chiude in se stesso, diventa solitario e schivo e attira le attenzioni degli altri coetanei, che cominciano a fare bullismo su di lui. Anche Simone gli volta le spalle e lo sbeffeggia. Negli anni, le loro vite si intrecciano e si dividono. Durante la tarda adolescenza e per tutta la giovinezza, per alleviare il dolore, Luca si rifugia in una vita fatta di droghe ed eccessi. Una corsa verso l’autodistruzione, fino a che un’overdose rischia di porre fine alla sua esistenza. Da solo, trova la forza di chiedere aiuto e di andare in terapia per sbrogliare la matassa del suo passato. Dopo anni, denuncia l’abuso e scoperchia il vaso di Pandora. La sua famiglia e l’intero paese di T. è sotto shock. A Milano, anche Simone, diventato giornalista, rimane sconvolto dalla notizia. La sua vita ha seguito un andamento lineare, eppure è sempre in fuga da qualcosa. Si rifugia nelle relazioni effimere, nelle altre città, nel suo lavoro, ma un filo rosso lo lega a T. Il senso di colpa lo travolge come un fiume in piena. Anche lui si sente responsabile del dolore di Luca, così consegna al lettore le sue memorie, la sua vita e quella di Luca, intrecciate in un unico, inesorabile destino.

anteprima


Andrea Mattioli


Andrea Mattioli, in arte Metyu, ha studiato composizione al conservatorio Arrigo Boito sotto la guida del maestro Luca Tessadrelli.
Nella vita è anche un dj. Per BookRoad ha pubblicato La sinfonia proibita (2019), L’antica profezia (2021) e Lui (2022).

RECENSIONI

8 recensioni per L’altra metà della vita

  1. Matteo

    Wow!!! Che incipit! Ti fa venire viglia di leggere tutto il libro

  2. Gianfilippo

    Conosco già Andrea come autore, spero di leggere presto anche questo romanzo, è davvero bravo

  3. Mauro

    Avevo già letto il suo libro precedente, Lui… anche questo mi ispira molto!

  4. Fulvia

    Sembra davvero un gran bel libro! Spero di poterlo leggere presto 😊😊

  5. Luca

    Spero arrivi presto!!!

  6. chiara

    Ricevuto e letto, bellissimo!!! Mattioli non si smentisce. Anche con questo nuovo romanzo è riuscito a farmi emozionare e riflettere sulle relazioni umane!

  7. Francesca

    Profondo, introspettivo e struggente… una delle letture migliori di quest’anno. Anche questa volta Andrea Mattioli non delude, autore con un grande talento, ma consigliato solo a chi piacciono le letture forti.

  8. Anna Nenci

    Una storia forte, un incipit bomba che ti spiazza e rimani a bocca aperta.Una storia che parla di abusi, dipendenza,rinascita.
    Luca ha solo 8 anni quando è vittima d’abuso, è un bambino indifeso fragile che cerca conforto in un abbraccio si rinchiude nella sua solitudine.
    Crescendo cerca di offuscare i traumi nella droga, sta precipitando nel baratro quando la paura lo scuote e decide di iniziare una terapia per disintossicarsi.
    Una lettura che ti cattura, che ti conquista, che parla di dolore, di mancanze, di diversità e debolezze come elementi discriminanti, ti senti lacerare il cuore 💔
    La dipendenza come unico anestetico, per riempire quel vuoto incolmabile che ormai attanaglia Luca.
    Ma nello stesso tempo si parla di forza d’animo, coraggio, resilienza, riuscire ad andare avanti cercando di condurre una vita normale, rimettersi in piedi, perdonare quell’ amico che nel momento del bisogno ti ha voltato le spalle.
    Denunciare finalmente quell’ abuso, giustizia sia fatta! Ma in realtà quella giustizia non cancella la solitudine, non cancella quelle cicatrici indelebili dell’ anima.
    La libertà negata dalla fragilità, dalla solitudine, dalla dipendenza. Perdersi nel buio di un cunicolo, cercare una via d’uscita, ma a volte, la vita beffarda si prende gioco di te e ti strappa anche quel barlume di speranza; perché la vita è imprevedibile.

    ✨Un libro che ci insegna a non giudicare le persone, a guardare oltre le apparenze, cercando di comprendere determinati atteggiamenti, cosa si nasconde dietro un comportamento.Ci vorrebbe solo un po’ più di comprensione, gentilezza e umiltà e meno omertà ⭐⭐⭐⭐⭐

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.