Cosa mi tiene sveglio

di Massimiliano Pietroforte

Non c'era nessun mostro nell'armadio, era sempre tutto nella mia testa.


(6 recensioni dei clienti)

CARTACEO: 12.90 €

E-BOOK: 0.99 €

7%

159 giorni mancanti

49.00%
0
200
Pubblicazione: comprende editing e correzione bozze, elaborazione copertina, impaginazione, attività di ufficio stampa e pubblicità sui social network, promozione del libro presso i librai tramite Emme Promozione e distribuzione del titolo tramite Messaggerie Libri
0%
200
300
BookRoad investe in distribuzione in punti vendita in stazioni e aeroporti
0%
300
800
BookRoad investe in distribuzione in supermercati e ipermercati sul territorio nazionale
0%
800
1400
BookRoad investe in esposizione privilegiata in catena libraria
Categoria:

Descrizione

Un uomo solo in una stanza decide di abbandonarsi a un’analisi introspettiva della propria vita. Spinto da un senso di inquietudine, il protagonista ripercorre il proprio passato scrivendo un racconto attraverso il quale può affrontare fantasmi e mostri che aveva nascosto negli angoli più oscuri della sua mente. Questi mostri sono l’emblema di paure infantili mai sconfitte, ancora così vive da tentare di divorarlo perfino da adulto.
La fragilità, i deliri di onnipotenza, le manie di protagonismo e una sottile e malinconica tristezza lo spingono a sentirsi sempre inadeguato rispetto al mondo che lo circonda. La scrittura diventa così l’ultima cosa alla quale aggrapparsi per raggiungere la consapevolezza di sé, in un mondo ricco di luci artificiali, strade inesistenti, amici mai incontrati e donne mai possedute.

Con la prenotazione di una copia cartacea di questo libro hai diritto anche a un libro omaggio. Puoi vedere le descrizioni dei libri a disposizione qui.


Massimiliano Pietroforte


Massimiliano Pietroforte nasce ad Acquaviva delle Fonti (BA) il 22 settembre 1994. Trascorre l’infanzia nella città di Trani, «perla dell’Adriatico», per ritornare nella sua terra natia all’età di dodici anni. Laureato a Bari in Lettere Moderne, frequenta la Sapienza per conseguire la laurea magistrale in Filologia Moderna.
Oltre a studiare, collabora con il Gruppo Assistiamo (leader in Italia nel settore dell’assistenza alla persona). Dopo avere pubblicato la raccolta di poesie Carta Stropicciata e il romanzo Il ponte delle mute risposte esordisce per BookRoad con Cosa mi tiene sveglio.

RECENSIONI

6 recensioni per Cosa mi tiene sveglio

  1. Silvia

    In poche righe, l’autore ha saputo coinvolgere immediamente il lettore verso un mondo tanto intimo quanto prepotente: intimo perché riesce ad immergerlo completamente nella situazione, facendogli provare esattamente quello che vuole l’autore stesso; prepotente di conseguenza, perché si scontra con una realtà forte, dura e fredda, in alcuni passaggi anche difficile da digerire.
    Un’anteprima che lascia dentro un senso di impotenza e allo stesso tempo frenetica voglia di reagire. Il romanzo sarà sicuramente un mondo da scoprire!

  2. Irina Paternuosto (proprietario verificato)

    Giovane filosofo e pensatore d altri tempi…. nonostante l enorme differenza d età trovo stimolante conversare con Massimiliano…. è un ragazzo che sa ascoltare non vedo l ora di leggere il suo Romanzo….

  3. Giuseppe (proprietario verificato)

    Anteprima che cattura subito l’attenzione e l’interesse, avvincente e scorrevole. L’ho divorata in pochissimo tempo!! Ho subito acquistato il libro

  4. Francesco

    Ho appena letto le prime pagine e ho subito acquistato il libro. Sono stato immediatamente catturato dal ritmo sempre più incalzante delle vicende. Consiglio assolutamente a tutti gli amanti della lettura!

  5. VITO

    Interessante, argomento attuale!

  6. Luigi Fabio Bonvino (proprietario verificato)

    Leggendo le poche pagine dell’anteprima, mi sembra di entrare nel tempio di Apollo a Delfi e di ammirare la nota massima ivi iscritta: γνῶθι σαυτόν. Il protagonista in fondo cerca proprio di conoscere se stesso e per farlo deve passare attraverso l’inferno delle sue passioni, al fine di superarle, così come insegna Carl Gustav Jung, nel suo noto processo di individuazione, nel quale conscio e inconscio si integrano, per completarsi a vicenda. Non vedo l’ora di leggere il libro, per scoprire le conclusioni evocate dal protagonista del romanzo nell’anteprima. Complimenti al giovane ed interessantissimo autore.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *