Come polvere

di Cristina Ciurleo

Toccare il fondo per risalire in superficie.
La vera storia di una ragazza che è rinata sconfiggendo l’anoressia.


(27 recensioni dei clienti)

CARTACEO: 12.90 €

E-BOOK: 6.99 €

36%

100%
0
200
Pubblicazione: comprende editing e correzione bozze, elaborazione copertina, impaginazione, attività di ufficio stampa e pubblicità sui social network, promozione del libro presso i librai tramite Emme Promozione e distribuzione del titolo tramite Messaggerie Libri
100%
200
300
BookRoad investe in distribuzione in punti vendita in stazioni e aeroporti
60.60%
300
800
BookRoad investe in distribuzione in supermercati e ipermercati sul territorio nazionale
0%
800
1400
BookRoad investe in esposizione privilegiata in catena libraria
Categoria:

Descrizione

Trenta chili e otto grammi. È questo il peso raggiunto da Cristina, quindici anni, quando finalmente decide di ribellarsi alla voce nella sua testa che le dice di non mangiare, che le dice che non è ancora abbastanza magra, abbastanza bella, per essere amata. Finora, il cibo è stato un nemico; le calorie e la bilancia, un’ossessione. Cristina ha toccato il fondo, ma adesso è pronta a risalire, per quanto sarà faticoso. E a raccontare la sua storia.

Con la prenotazione di una copia cartacea di questo libro hai diritto anche a un libro omaggio. Puoi vedere le descrizioni dei libri a disposizione qui.


Cristina Ciurleo


Cristina Ciurleo è nata nel 1997 a Roma, dove vive tuttora. Diplomata al liceo linguistico e laureata all’Istituto europeo di design della capitale, lavora nel settore della vendita al dettaglio e scrive come contributor per un magazine online.

RECENSIONI

27 recensioni per Come polvere

  1. Stefania Marino

    Conosco la storia di Cristina, attraverso il suo papà Mario, a cui sono molto legata e che stimo profondamente.. È stato la mia guida durante una tappa della mia vita, contribuendo alla mia crescita professionale e personale, dietro continui confronti di crescita valoriale.
    Sono felicissima di apprendere che Cristina ha superato tutto ed è uscita da quel tunnel e con gioia prenoto il testo della sua storia. Auguri di ogni bene a Cristina e alla sua famiglia♥️

  2. Stefania Marino

    .

  3. Michele Raso

    Una storia che può aiutare a salvare almeno una vita.

  4. Elisabetta Sciommeri

    È un argomento toccante e attuale, riguardante un fenomeno che riguarda, purtroppo, molte adolescenti.
    Leggere la storia di Cristina sarà sicuramente il mezzo per riuscire a comprendere meglio “il perché”, cosa c’è all’origine di una sofferenza, raccontata da chi l’ha vissuta in prima persona, e non spiegata da “addetti ai lavori”, che non sempre riescono a farlo nel migliore dei modi.

  5. Maurizio

    Conosco bene la patologia per esperienza diretta familiare e ogni volta che sento che uno o una ce la fa è una gioia vera perché ne comprendo il valore enorme per l’impegno e gli sforzi strenui che sono stati compiuti. Mi interessa leggere il percorso della figlia di Mario.

  6. Mercogliano Monica (proprietario verificato)

    Sono madre di due ragazzi adolescenti e comprendo quanto possa essere difficile, a iniziare da quel periodo, affrontare la vita con i suoi alti e bassi. Più si è sensibili più si è fragili in un mondo dove spesso viviamo di “apparire” e non di “essere”. Ma sarebbe improprio ricondurre un disturbo come l’anoressia a frasi demagogiche e sentite spesso. Di sicuro la forza di questa giovane donna è, e sarà, di esempio a quanti vorranno leggere il suo libro. Le faccio i complimenti perché non sarà stato affatto facile ammettere il disagio, avere la forza di dire basta e ancor di più mettersi a nudo al servizio di tanti ragazzi che pensano di non avere la forza di uscirne. Buona vita Cristina!

  7. Simona Sessa (proprietario verificato)

    Sono felice che Cristina abbia trovato il coraggio e la forza per raccontare un capitolo della sua vita, che l’ha vista lottare contro un qualcosa che poteva portarla via per sempre. Ho seguito i suoi momenti tramite la voce del papà Mario, che insieme alla moglie e alla sorella hanno camminato sempre affianco a Cristina per trasportarla fuori dal tunnel. Questa testimonianza potrà essere importante per tanti ragazzi. Ho prenotato il libro e divulgherò il più possibile. Grazie Cristina e grazie alla tua splendida famiglia ❤

  8. Nathalie (proprietario verificato)

    È difficile leggere questo libro senza emozionarsi nel profondo.

  9. Marco Ferrari

    Sono storie che vanno assolutamente raccontate e condivise affinché possano essere da esempio e aiuto per tante persone

  10. maria teresa savastani

    Storia da condividere assolutamente

  11. Emanuela

    Veramente un libro interessante che ci aiuta a riflettete ed a migliorarsi. Lo consiglio

  12. annalisa rullo

    L’anteprima del libro è affascinante ed integrante ma fa anche intravedere il baratro al quale ci si affaccia. Sono molto contenta di poter leggere questa opera fatta di coraggio e di forza d’animo di una giovane donna.

  13. annalisa rullo

    Meraviglioso! Una storia di forza d’animo e di coraggio. Un bell’esempio di rinascita, senza dubbio un’opera d’arte. Da consigliare a chi spera nel futuro

  14. DANILA

    Da leggere

  15. Fabiola Diurno (proprietario verificato)

    Amare è avere il coraggio di essere testimoni e di assolvere la missione, per quanto incomprensibile e dolorosa, che la Provvidenza Divina assegna ad ognuno di noi. Cristina ha avuto questo coraggio e ha dimostrato a tutti, raccontando la sua storia, di amare ognuno con tutta se stessa. Forza… continua così senza paura!

  16. Anonietta Pina Castelli (proprietario verificato)

    Il problema dell’anoressia è sicuramente più di diffuso di quanto si pensi e raccontarne l’esperienza attraverso un libro che diviene di dominio pubblico è un atto di grande coraggio e di una non comune maturità. Ho prenotato volentieri il libro. Brava Cristina!

  17. Laura Costantini

    Ritengo che vada premiata la volontà di aver voluto condividere un’esperienza così forte e traumatica per far comprendere un problema che tanti rifiutano di vedere. Auguro a questa giovane e promettente scrittrice che, come la sua vita, anche il suo libro possa essere un successo.

  18. Maria filomena Reale (proprietario verificato)

    Complimenti all’autrice di questo libro che mette a nudo la sofferenza patita durante il periodo dell’anoressia. Con questa esperienza sia d’aiuto a coloro che stanno attraversando questo tunnel dal quale si può uscire. Brava Cristina!

  19. Maria Teresa (proprietario verificato)

    Da una mamma in nome delle mamme per una figlia e per tutte le figlie che nella vita hanno affrontato un percorso difficile. Merita sostegno ❤

  20. Mario1 (proprietario verificato)

    Ci sono libri che fanno sognare, alcuni fanno ridere, molti trasmettono emozioni. Questo romanzo vibra e fa vibrare, l’effetto delle parole sul lettore è certo. La struttura del testo è chiara, il titolo da una prima indicazione, il romanzo è ben scritto, suscita immagini, usa parole semplici, “attuali”, un linguaggio concreto. Bello!!!

  21. Maria Rosaria D’Agosto

    La bellezza di questo romanzo sta nell’autenticità del racconto: Cristina ha dimostrato di essere una gande donna che ha saputo affrontare e superare il problema dell’anoressia dimostrando inoltre coraggio nel comunicare agli altri il suo percorso senza temerne il giudizio!
    Grazie Cristina !
    Permettete che un grazie vada anche alla sua meravigliosa famiglia che ha sostenuto e lottato con lei affinché Cristina arrivasse ad essere quella che è oggi

  22. Antonella Moscato (proprietario verificato)

    Grazie! Perché queste pagine lasciano un senso di amore per la vita e si arriva in fondo con un sorriso. Anche i momenti più bui sono raccontati senza la retorica dell’alibi o della sofferenza fine a se stessa, ma con una luce che si vede sempre e che tutti possono raggiungere, anche chi passa attraverso una simile esperienza. Complimenti Cristina per aver superato questa fase della vita e per averla raccontata con un linguaggio così “profondamente leggero” da infondere fiducia magari anche in chi sta vivendo questa tua stessa esperienza. Complimenti alla tua famiglia allargata che grazie a Dio, ha trovato le cose giuste da fare…come genitore mi domando se avrei saputo o saprò fare altrettanto.

  23. Mariangela (proprietario verificato)

    Intenso, si legge tutto d’un fiato e ti tocca nel profondo, può essere da esempio a chi attraversa un momento simile di come è possibile farcela.
    Merita davvero

  24. Roberta (proprietario verificato)

    Letto in un batter d’occhio. Una storia autentica, il percorso di una bambina che “fatica” a diventare donna. Indaga e racconta con lucidità e consapevolezza l’evoluzione del suo percorso. Stile diretto. Un in bocca al lupo all’autrice: che questo possa essere il primo successo di un lunga serie di traguardi importanti

  25. Caterina (proprietario verificato)

    Ho iniziato a leggere oggi il libro di Cristina, volevo farlo in un giorno tranquillo perché sapevo che mi avrebbe toccato nel profondo, così è stato! Durante un viaggio in treno, papà Mario mi aveva parlato di un periodo “buio” pieno di sofferenza ma anche di tanta forza. Avevo cominciato un po’ a conoscere Cristina grazie al suoi racconti che non mi avevano lasciato indifferente. Devo dire grazie! Grazie perché, le parole di Cristina, ti entrano dentro e ti colpiscono nel profondo dell’anima. Mi sono commossa. Ho sentito tutta la sua sofferenza e la sua forza… mi sono anche io ritrovata. Anche io mi sono spesso sentita “fuori posto”, non compresa, sempre alla ricerca della perfezione! Sono sicura che il libro di Cristina, scritto in maniera semplice ma allo stesso tempo profonda, aiuterà tanti ragazzi e adulti a non sentirsi soli. Complimenti all’autrice per avere avuto il coraggio e la forza di raccontarsi. Complimenti ai suoi genitori che non si sono mai arresi! …
    Un libro che pensavo avrei impiegato più tempo a leggere ma che invece ho terminato senza accorgermi !

  26. Flavia (proprietario verificato)

    Non ho mai avuto esperienze dirette con l’anoressia, questo libro esprime in modo tangibile e profondo il problema. Mi sono emozionata e commossa. Penso che dovrebbe essere proposto come lettura nelle scuole medie. Grazie di aver condiviso la tua storia e buona fortuna a tutte le “Cristine”.

  27. Flavia papinutto (proprietario verificato)

    Cominci a leggerlo e non riesci a staccarti fino quando arrivi in fondo e ti dispiace che sia finito. Piangi fin dalle prime pagine e ti immedesimi, vai avanti e ti riconosci in molte situazioni, da mamma e da figlia e la commozione ti travolge. È un libro meraviglioso, allo stesso tempo triste ma pieno di speranza.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *