Le parole del futuro

di Andrea Barresi

Affina il tuo intelletto
e dai velim sarai eletto.


(2 recensioni dei clienti)

CARTACEO: 15.90 €

E-BOOK: 6.99 €

1%

29 giorni mancanti

25.50%
0
200
Pubblicazione: comprende editing e correzione bozze, elaborazione copertina, impaginazione, attività di ufficio stampa e comunicazione sui social network, promozione e distribuzione del libro sul territorio nazionale
0%
200
400
Esposizione privilegiata secondo disponibilità della catena libraria (come per esempio Feltrinelli, Mondadori, Ubik)
Categoria:

Descrizione

La società in cui Ryles vive è estremamente arretrata, e gli umani vengono educati e messi alla prova in base alle loro capacità cognitive da un’altra specie, tanto autoritaria quanto arrogante, quella dei velim. Fin dalla nascita, Ryeles è stata trattata con sufficienza e disprezzo. A causa di una malattia mentale che la porta a dimenticarsi praticamente ogni nozione in breve tempo, è considerata stupida e inutile alla sua comunità. Per sopperire alle sue mancanze, Ryeles scopre e inventa un sistema di scrittura che la porterà a cambiare il rapporto tra umani e velim, portando alla luce segreti antichi e nascosti di entrambe le civiltà.

anteprima


Andrea Barresi


Andrea Barresi, laureato in Fisica teorica all’Università di Torino nel 2019, attualmente svolge un dottorato al Politecnico di Varsavia. Negli anni universitari si appassiona alla saggistica sociologica, economica e di politica contemporanea, conservando la passione per il realismo magico delle storie nordiche. Ha seguito per vari anni, come giornalista amatoriale, il settore degli sport elettronici. Le parole del futuro è il suo esordio per BookRoad.

RECENSIONI

2 recensioni per Le parole del futuro

  1. Andrea (l’Autore)

    “Che impresa eroica scrivere un romanzo fantasy! Ne sono affascinata! Ha creato un mondo davvero ricco di dettagli e con un’atmosfera misteriosa a fare da sfondo. I tratti principali del genere fantasy non solo sono presenti, ma sono anche trattati con un linguaggio intimo — forse a provocare questo effetto è anche l’uso della prima persona personale. Apprezzo l’integrazione di temi importanti oggigiorno all’interno del ‘viaggio’ della nostra protagonista e voce narrante. C’è il tema del diverso — rappresentato da una protagonista che ha un aspetto fuori dal comune — e il tema del doversi conformare a chi ci sta attorno. Mi piace molto la sua curiosità: la rende un personaggio simpatico e fresco. Un’altra cosa che mi ha colpito è l’attenzione dedicata alla descrizione e creazione dei velim. Credo sia (purtroppo) semplice cadere nel banale quando si lavora ad un romanzo fantasy, invece lei è riuscito a creare delle creature inquietanti, interessanti e in qualche modo anche verosimili. Oltretutto, ha anche voluto sottolineare con l’uso di ‘å’ che questi velim non hanno gender — ammirabile! Le auguro un buon proseguimento nella sua avventura e spero di poter continuare il viaggio insieme a lei!”

    – Dal concorso IoScrittore

  2. Andrea (l’Autore)

    “Questa sì che è una storia interessante, come poche altre cose lo sono al giorno d’oggi. Nessun uomo è un’isola e siamo tutti connessi? E’ il messaggio più potente, traspira da ogni pagina. Lo sviluppo centrale, la scrittura, è un modo per gli umani di stabilire connessioni fra di loro. L’evoluzione di queste connessioni e le loro conseguenze (positive) sulla libertà umana sono messaggi meravigliosi.”

    – Da una lettrice [tradotto dall’inglese]

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.